MAZIDA AMMOS BEACH (CRETA)

Nella parte sud est di Creta si trova a mio parere uno dei punti dell’isola più selvaggio e spettacolare lontano dalla confusione e dal turismo, infatti è una zona con presenza di quasi soli locali.

La strada per arrivarci è molto tortuosa e piena di tornanti ad “U” ma niente di impossibile.

Specie nei giorni in cui soffia il Meltemi, questa è una delle zone più riparate dal vento. Noi abbiamo avuto modo di provarla, facendo campeggio libero per quattro giorni in un terreno fronte mare.

Lungo la strada sono presenti dei cartelli che vietano il campeggio ma rispettando il territorio e non approfittandosene nessuno ci ha disturbato.

Sulla spiaggia ci sono diverse docce e a qualche centinaio di metri è c’è anche un supermarket.

Per quanto riguarda il mare, beh, l’acqua di questo luogo, a contrasto con il colore della finissima sabbia del fondale, la ritengo una delle più belle mai viste prima: le foto parlano da sole!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Altri articoli

News

RAI ISORADIO intervista Caravan Andre

ISORADIO intervista Caravan Andre

GOLE DEL DADES, Camping Ait Oudinar

Per visitare le gole del Dades avevamo visualizzato sulla mappa un campeggio che in realtà al nostro arrivo abbiamo trovato in stato di abbandono. Proseguendo sulla strada che ci avrebbe condotto alla bella e famosa strada piena di tornanti che attraversa il canyon tra le montagne dell’Alto Atlante, ci siamo imbattuti nel camping Ait Oudinaruna, una piacevolissima scoperta!

RABAT, parcheggio presso benzinaio Shell

Rabat è la capitale del Marocco, in quanto tale e’ una grande città e non ha campeggi vicino al centro storico. La nostra intenzione era invece quella di poter sostare in città per poterci muovere in modo dinamico quindi abbiamo optato per la sosta libera trovando ospitalità nel parcheggio del benzinaio Shell (catena diffusissima in Marocco).

ASSILAH, Camping Echrigui

Ottimo camping situato sia vicino al mare che al centro della città (medina c.ca km1). Anche se l’ingresso può sembrare preciso, specie per il vialetto che si sviluppa subito dopo, le grosse aree di dedicate alla sosta, in erba, permettono il parcheggio anche di mezzi di grosse dimensioni.